Mese: gennaio 2014

The broccolis

Postato il Aggiornato il

Pochi ma buoni, sapeste che zuppe!

Cavoli!

Postato il Aggiornato il

Sempre più bello…

Giornata di grandi lavori

Postato il

Grandi lavori nell’orto e nel giardino.

L’orto è stato finalmente vangato, concimato con stallatico pellettato e rastrellato (aggiungendo terra nuova ove necessario). Lo si vede in parte nella foto sopra.

Viste le due giornate di sole consecutive abbiamo anche fatto i trattamenti aerei agli agrumi e al resto delle piante del giardino. Un mix più sbilanciato verso l’olio bianco minerale per gli agrumi, uno più sbilanciato verso l’ossicloruro rameico per il resto. Senza mai dimenticare di aggiungere la propoli agricola.

Infine, una sistemata al muretto di confine con i vicini. Abbiamo preso qualche giorno fa delle grosse cassette di resina usate dal nostro garden center e ci abbiamo piantato una composizione composta da un Platycladus nano, due Tuje nane, una piantina di Miseria ricadente, due piantine di Stipa tenuissima (autoprodotte dalla pianta madre) e un geranio odoroso. Veramente un bell’effetto.

Una fatica ma ne è valsa la pena.

Una tappezzante da ombra

Postato il Aggiornato il

E’ l’Ajuga reptans, con i suoi splendidi colori.

Ottima in mezz’ombra anche buia.

Uno sguardo al giardino: gennaio 2014

Postato il Aggiornato il

Video rubrica del giardino per il mese di gennaio 2014.

Calciocianammide

Postato il Aggiornato il

E’ questo il nome della sostanza che abbiamo messo l’altro giorno nell’orto. E’ un fertilizzante a base azotata e ricca di calcio, che ha anche una funzione disinfettante e anticrittogamica. In attesa delle concimazioni successive…

Tentativi di stratificazione

Postato il

Ho deciso di provare un esperimento di germinazione di semi duri, alcune cose raccolte nel corso dell’anno. Procederò sia per mezzo della stratificazione in frigorifero, in seguito con il cosiddetto freezer cut.

La stratificazione fredda effettuata in frigorifero prevede di lasciare i semi in frigo per circa 3 mesi in un sacchetto con un po’ di sabbia e cercando di mantenere l’umidità un po’ alta (controlleremo settimanalmente). Ad aprile si tira tutto fuori e si interra in vasetti (cercheremo di fare vasetti singoli – facile nel caso di grossi semi o se già ci sarà qualche germinazione, meno semplice altrimenti).
I semi candidati a questa operazione sono:

  • Lecine
  • Corniole
  • Prugnolo
  • Corbezzolo
  • Cranberry
  • Ghiande (Leccio?)
  • Azzeruolo
  • Ciliegio da fiore

Per alcuni di questi (quelli che ho in sovrannumero) provvederò a fine marzo a operare la tecnica del freezer cut, ovvero sacchetti e sabbia ma in freezer per 2-3 giorni. Poi stessa fine in terra.

Infine, altri semi prevedono altre tecniche più specifiche, legate per lo più alla scarificazione:

  • Ginestra: bollitura per due minuti e poi lasciare freddare nella stessa acqua, dopo 24h interrare;
  • Canna Indica: leggera passata con carta vetrata, poi in acqua tiepida per 24h;
  • Nandina: idem;
  • Lantana: idem;
  • Siepe fiore rosso (una roba presa al mare): idem.

Vedremo i risultati in primavera inoltrata…

Un nuovo anno inizia

Postato il Aggiornato il

Speriamo sia migliore dei passati!

I primi bulbi si preparano già alla primavera, nel nostro clima…