innesto

La fioritura delle Rose

Postato il

Questa rosa è stupenda, ha un colore quasi magenta: l’abbiamo trovata in un vivaio nel Cilento.
Le classiche romantiche rose amate da tutti gli inglesi
La rosa rampicante Sahara presa dal mitico maestro Pagani
La Rosa se Diana finalmente quest’anno messa nel punto giusto sta fiorendo e sta crescendo
Una piccola rosellina, di quelle comprate nel supermercato. Fa comunque un bell’effetto!

Di rose ne ho parecchie, alcune stanno fiorendo adesso, altre come la Banksiae fioriranno tutta l’estate, altre ancora hanno già fiorito e sfiorito; come una bellissima rosa gialla con un fiore molto grande ma che ha un ciclo di vita del fiore molto breve.

In più, quest’anno, ho comprato anche una rosa canina che metterò a terra in autunno e e un’altra (sempre rosa canina) che proverò ad usare, quando sarà un po’ più sviluppata, come portainnesto per alcune rose di amici che non riesco a replicare da talea.

Boccioli

Postato il Aggiornato il

wp-15834254106942985440290856057108.jpg

Questo è il pesco che ho innestato sul susino. E questi sono i boccioli dei suoi fiori pronti ad aprirsi. Spero in qualche pesca quest’anno!

🎼 Fiori rosa 🎶

Postato il

Il pesco innestato sul susino selvatico quest’anno ha fatto un bel po’ di fiori, sebbene sia ancora piccolino.

Ce la farà a fare qualche pesca commestibile?

Adoro i piani ben congegnati

Postato il

L’innesto di melo su cotogno dello scorso anno inizia – letteralmente – a dare i suoi frutti…

Fiori rosa fiori di… susino

Postato il

Uno degli innesti dello scorso anno, un pesco sulla pianta di susino, ha preso bene e quest’anno ha prodotto 3 fiori rosa, che spiccano parecchio fra i bianchi della pianta porta-innesto.

Potature e innesti

Postato il

La primavera sta arrivando, con qualche ricaduta nell’inverno, ma è pur sempre alle porte. E’ tempo di fare gli interventi annuali di potatura. Siccome è una cosa che mi diverte molto mi ci sono dedicato con piacere e in un paio di pomeriggi ho dato una sistemata a tutte le piante: giardino, orto (le perenni ovviamente), alberi da frutto… Il risultato sembra soddisfacente e il difficile è stato solo portar via gli scarti (perché non ho ancora la compostiera, causa ritardi amministrativi – di 2 anni – dell’azienda dei rifiuti).

In più, abbiamo colto l’occasione per provare per la prima volta un innesto. Lo abbiamo fatto sul cachi, che è di una varietà che non ci piace un granché (i frutti non resistono molto sull’albero e sono mangiabili solo quando sono sull’orlo della marcescenza). Le marze me le hanno date i miei genitori, che hanno una varietà più “umana”. L’innesto è stato fatto a triangolo su due diverse branche, e i tagli sono stati subito coperti con mastice da potatura. Ora vediamo se resisteranno…